In programma appuntamenti gratuiti fino al 7 maggio

Macerata Racconta. Al via dal 2 maggio la kermesse letteraria

Sarà un viaggio alla scoperta de I limiti quello che si appresta ad iniziare Macerata Racconta la Festa del Libro giunta alla settima edizione. La kermesse letteraria è organizzata dall’ associazione ConTesto in collaborazione con il Comune, l’Università di Macerata, la Regione Marche e la Camera di Commercio di Macerata e vede tra gli sponsor la ditta Mosca srl e Adriatica autonoleggio.

La manifestazione prende il via martedì 2 maggio, alle 16, nella Biblioteca Mozzi Borgetti con la presentazione del volume Zone di guerra, geografie di sangue a cura di Gianluca Fulvetti e Paolo Pezziono. L’incontro vede l’introduzione di Angelo Ventrone dell’Università di Macerata e si svolge in collaborazione con l’Istituto Storico della Resistenza di Macerata. Alle 17,30 all’interno del Museo della scuola Paolo e Ornella Ricca , al via il laboratorio per bambini (5/8 anni) Dal nulla alla nascita dell’Universo, narrazione sensoriale della fiaba cosmica di Maria Montessori (su prenotazione al 3443829107).

Alle 18,30, agli Antichi Forni, taglio del nastro per alla prima delle due grandi esposizioni che Macerata Racconta propone per questa nuova edizione riepilogate nel titolo Gli infiniti limiti dell’arte. Si tratta della collettiva artistica “(8) Infiniti limiti”, curata da David Miliozzi chee accoglie le opere di Giulio Perfetti, Silvio Craia, Cagliostro, Wiliam Medori, Newman, Pina Fiori, Donatella Fogante, Clarissa Baldassarri. “Questa mostra – dice il curatore - è il tentativo ultimo di dare una forma e quindi un limite all’infinito, ben sapendo che ciò che viene definito in una forma in qualche modo muore”. Sempre nella stessa sede saranno presentate le opere in realtà aumentata di Tomas e Giuliana Guazzaroni, e il nuovo video del videomaker Marco di Cosmo e dell’attrrice Francesca Rossi Brunori dal titolo “Laminare”. Sempre nella Galleria Antichi forni, dal 3 maggio alle 17,30 invece sarà possibile vedere anche i video realizzati dagli studenti dell’ABA di Macerata guidati dal prof. Massimo Puliani riuniti nel titolo SpotLight, svelti agili e luminosi. Una serie di video pensati e realizzati sul tema dei limiti per Macerata Racconta.

Alle 21,15, sempre di martedì 2 maggio, ai Magazzini UTO si aprirà la duplice esposizione fotografica che vede come protagonisti Massimo Zanconi con la sua personale “Donne Sospese” in cui, come dice il filosofo Cesare Catà che parteciperà all’inaugurazione con un suo intervento magistrale, le protagoniste di questi scatti divengono eroine attive di azioni che siamo chiamati, mentre le ammiriamo, a supporre, immaginare, sognare, rapiti da quelle loro suggerite identità. Come lo saremmo dal cromatismo e dalle essenze di fiori fantastici”.

Nella seconda sala dei Magazzini UTO, sarà allestitra invece la collettiva fotografica “Imago Finibus” curata da Distilleria Fotografica, nella quale saranno esposte fotografie di Matteo Baiocco, Vincenzo Viviani, Luca Marcolini, Massimo Saraceni, Mauro Pianesi, corredate dai testi di Cristiano Cacchiarelli.

Le mostre ai Magazzini UTO resteranno aperte fino al 21 maggio, mentre quella agli antichi forni chiuderà il 7 maggio sera.

Macerata Racconta prevede come tradizione una serie di appuntamenti, tutti gratuiti, che avranno luogo fino al 7 maggio in 11 location del centro storico della città. Info anche nel sito www.macerataracconta.it. (sb)

Nella foto, un momento della conferenza stampa di presentazione di Macerata Racconta 2017.

Categoria: