Fino al 7 maggio tanti appuntamenti in 11 location del centro storico

Macerata Racconta scalda i motori, dal 2 maggio al via la settima edizione della festa del libro

Macerata Racconta scalda i motori per partire il 2 maggio con la settima edizione della festa del libro dedicata quest’anno al tema de I limiti. La kermesse letteraria, organizzata dall’associazione ConTesto in collaborazione con il Comune e l’Università di Macerata, prevede come tradizione una serie di appuntamenti, tutti gratuiti, che avranno luogo fino al 7 maggio in 11 location del centro storico della città.

Fiera dell’editoria - Dal 5 al 7 maggio, Macerata Racconta propone la Fiera dell’editoria Marche Libri, giunta alla sesta edizione, che ha come protagonista l’eccellenza della produzione editoriale che si realizza nelle Marche. Unica nel suo genere nel territorio marchigiano, Marche Libri, che verrà inaugurata alle ore16.30, si conferma uno spazio in cui trovare le migliori produzioni editoriali dell’intera regione e non solo, visto che al suo interno saranno ospitati anche alcuni editori provenienti da altre regioni italiane.

Marche Libri rappresenta un appuntamento importante per la cultura e l’imprenditoria editoriale che presenta in questa nuova edizione 47 case editrici che torneranno a esporre nei locali dell’ex Upim in corso Matteottii sia direttamente con propri stand che rappresentate dalla libreria del festival gestita dall’associazione Libri in città. Le case editrici che daranno vita alla Fiera Marche Libri sono Affinità Elettive, Altreconomia, Andrea Livi Editore, Aras Edizioni, Biblohaus, Bravi, Cattedrale, Centro Editoriale e Librario Università della Calabria, Centro Studi S. Claudio al Chienti, Controvento Editrice, Editoria Studi Superiori, Edizioni Artemisia EUM – Edizioni Università Macerata, EUT– Edizioni Università di Trieste, EV, Fara Editore, Forum Editrice Universitaria Udinese, Giaconi Editore, Guasco, Il Lavoro Editoriale Ilari Editore, Infinito Edizioni, Ippocampo Edizioni, Italic Pequod, Le Ossa, Liberilibri Librati Edizioni, Lirici greci, Metauro Edizioni, Montag/ Orecchio Acerbo, Pisa University Press, Progetti Sonori, Quodlibet, Raffaello Editrice, Rivista Argo, Rrose Sélavy, SEM, Simple Edizioni, Sorbello Editore, Taschen Logos, Troglodita Tribe Urbaniana University Press, UT- rivista d’arte e culturale, Ventura Edizioni/Vydia Editore, Zefiro Edizioni

Subito dopo il taglio del nastro inizieranno gli incontri letterari di questa sezione che saranno aperti da Maurizio Angeletti al quale seguiranno i due incontri con Arianna Papini autrice delle illustrazioni di “Portami con Te” edito da Rrose Sélavy, e Renato Pasqualetti che presenterà il suo nuovo libro, edito da Affinità Elettive, “Carbonari a Macerata” a 200 anni dai moti di Macerata del 1817. Il 6 e 7 maggio gli incontri presentati dagli editori che espongono continueranno con tanti altri appuntamenti tra cui Jean Talon per Quodlibet, Maurizio Verdenelli e Luciano Magnalbà per Ilari Editore, Piernicola Silvis per SEM, Gino Marchitelli per Zefiro Edizioni, Colomba Di Pasquale e Serse Cardellini per Fara Editore, Lucia Nardi per Italic Pequod, Paola Olmi per Sorbello Editore, Vincenzo Oliveri per Controvento editrice, Pierfrancesco Curzi per Vydia Editore e Roberto Brioschi per altreconomia.

I limiti in scena: gli spettacoli di Macerata Racconta - Sono 4 gli appuntamenti con lo spettacolo che animano il programma di Macerata Racconta: il 4 maggio si concluderà la residenza d’artista del Teatro Rebis che dal 1° maggio occupa gli Antichi Forni, nel quale la compagnia sta sviluppando la messa in scena della sua nuova produzione “Il papà di Dio”, ispirato al libro di Maicol&Mirco di cui Macerata Racconta entra a far parte. Dopo la presentazione alle 19 ai Magazzini UTO con l’autore del libro, alle 22,30 alla galleria Antichi Forni, la compagnia del Teatro Rebis aprirà il sipario per presentare, sotto forma di studio scenico, il risultato della residenza appena conclusa.

Il 5 maggio doppio appuntamento, al DUMA a partire dalle 21,30, dedicato a Freak Antoni, celebre mente e voce degli Skiantos. Sarà prima la scrittrice e giornalista Daniela Amenta che presenterà in anteprima nazionale il suo ultimo libro “Freak out”. A seguire saliranno sul palco Alessandra Mostacci e Paolo Rigotto che proporranno un piccolo racconto, concerto su Freak Antoni proponendo anche gli ultimi inediti oggetto di un nuovo CD. La serata sarà introdotta e guidata dal critico musicale Luka Pakarov.

Il 6 maggio la Compagnia Calabresi Te. Ma. Riuniti, sempre in seconda serata alle 22,30 agli Antichi Forni, porterà in scena “L’incubo di Achab”, ispirato al capolavoro di Melville nel quale Paolo Nanni che ne cura la regia e la drammaturgia, pone l’accento sull’ossessione di Achab per la sua vendetta, evocando retaggi ancestrali e misteriosi, insiti nella violenza della natura umana, o nel profondo di una spiritualità che con ogni forza cerca Dio e lo distrugge.

Il 7 maggio alle 17,30 al Teatro della Filarmonica verremo catapultati nelle storie del mondo contadino con la tappa maceratese dello spettacolo di teatro-canzone “Con i piedi per terra” nel quale Andrea Pierdicca, accompagnato alla chitarra da Enzo Monteverde, ripercorre le storie e le voci dei nostri antenati e di tanti contadini: artigiani, allevatori di oggi che con le loro testimonianze e i loro racconti ci indicano una via di uscita dalla crisi che è rappresentata dalla cura della terra.L’incontro è realizzato in collaborazione con il GAS Macerata.

Gli infiniti limiti dell’arte a Macerata Racconta - Il 2 maggio si inaugureranno le due grandi esposizioni che Macerata Racconta propone per questa nuova edizione. Alle 18,30 alla galleria antichi Forni verrà inaugurata la collettiva artistica “(8) Infiniti limiti” nella quale esporranno Giulio Perfetti, Silvio Craia, Cagliostro, Wiliam Medori, Newman, Pina Fiori, Donatella Fogante, Clarissa Baldassarri. “questa mostra – dice il curatore David Miliozzi - è il tentativo ultimo di dare una forma e quindi un limite all’infinito, ben sapendo che ciò che viene definito in una forma in qualche modo muore”.
Sempre nella stessa sede saranno presentate le opere in realtà aumentata di Tomas e Giuliana Guazzaroni, e il nuovo video del videomaker Marco di Cosmo e dell’attrrice Francesca Rossi Brunori dal titolo “Laminare”. Dal 3 maggio alle 17,30 invece sarà possibile vedere anche i video realizzati dagli studenti dell’ABA di Macerata guidati dal prof. Massimo Puliani riuniti nel titolo SpotLight, svelti agili e luminosi. Una serie di video pensati e realizzati sul tema dei limiti per Macerata Racconta.

Alle 21,15 invece ai Magazzini UTO si aprirà la duplice esposizione fotografica che vede come protagonisti Massimo Zanconi con la sua personale “Donne Sospese” in cui, come dice il filosofo Cesare Catà che parteciperà all’inaugurazione con un suo intervento magistrale, le e protagoniste di questi scatti divengono eroine attive di azioni che siamo chiamati, mentre le ammiriamo, a supporre, immaginare, sognare, rapiti da quelle loro suggerite identità. Come lo saremmo dal cromatismo e dalle essenze di fiori fantastici”.

Nella seconda sala dei Magazzini UTO, sarà allestitra invece la collettiva fotografica “Imago Finibus” curata da Distilleria Fotografica, nella quale saranno esposte fotografie di Matteo Baiocco, Vincenzo Viviani, Luca Marcolini, Massimo saraceni, Mauro Pianesi, corredate dai testi di Cristiano Cacchiarelli. Le mostre ai Magazzini UTO resteranno aperte fino al 21 maggio, mentre quella agli antichi forni chiuderà il 7 maggio sera.

Gli incontri - Il 3 maggio, alle 21,15, il filosofo Remo Bodei introdurrà il tema di Macerata Racconta con la sua lectio Filosofia del limite che aprirà la serie di incontri letterari che caratterizzeranno questa settima edizione della festa del libro. Il 4 maggio sarà la volta di Valerio Calzolaio e Telmo Pievani, uno dei maggiori filosofi della scienza in Italia, (ore 18, Biblioteca Mozzi Borgetti) un appuntamento per discutere di Confini, diritto di restare e libertà di migrare. Cambiando decisamente genere, agli Antichi Forni, alle 19, i fumettisti Maicol & Mirco presenteranno il loro ultimo lavoro, Il Papà di Dio, cui seguirà, alle ore 22:15, lo studio scenico della nuova produzione del Teatro Rebis tratto dallo stesso testo. Al teatro Lauro Rossi, invece, alle 21:15, Gianrico Carofiglio e Glauco Giostra dialogheranno intorno al tema dei limiti e degli orizzonti della giustizia.

Il 5 maggio, un incontro dal sapore internazionale, in collaborazione con il Dipartimento di Studi umanistici UNIMC, vedrà la partecipazione della scrittrice ungherese Edith Bruck (11:30, aula Shakespeare di Palazzo Ugolini) deportata a Auschwitz all’età di 12 anni per poi essere trasferita in altri 3 campi di concentramento fino alla liberazione. Alle 12:00 Simonetta Tassinari, introdotta dalla blogger dell’ Huffington Post Giulia Ciarapica, presenta ai Magazzini UTO il suo saggio ironico La sorella di Schopenhauer era una escort.

Il primo dei tre gustosi aperitivi letterari, che da quest’anno, cambiano luogo ma non la formula: appuntamento e brindisi con l’autore. Confini e conflitti. Chi decide i confini oggi? è la domanda a cui tenterà di rispondere la tavola rotonda moderata dal professor Angelo Ventrone e introdotta da Mauro Gentili alla quale prenderanno parte autorevoli studiosi e giornalisti quali Luigi Spinola, Thierry Vissol, Gastone Breccia e Fabrizio Tonello.

L’appuntamento clou del giorno è alle 21:15al Teatro della Filarmonica con Francesco Recami, celebre giallista della scuderia Sellerio e autore della fortunata serie con protagonista il pensionato Amedeo Consonni, e la sua Commedia nera n. 1 l’inizio di una nuova serie. La giornata si concluderà al Duma alle 21:30 con la scrittrice Daniela Amenta che presenta in anteprima nazionale il libro Freak Out, dedicato a indediti di Freak Antoni alla quale seguirà l’omonimo concerto sempre dedicato a Freak Antoni con Alessandra Mostacci e Paolo Rigotto.

La quinta giornata del festival – 6 maggio - avrà come protagonisti di apertura alle 12 lo scrittore Jean Talon che con il suo senso comico e ironico tratteggia il fantasma dell’uomo selvaggio. Nel pomeriggio alle 16 un incontro sulla strage dimenticata riferita al terremoto che vede tra i relatori Cesare Spuri direttore dell’ufficio speciale per la ricostruzione, i rettori di UNIM e UNICAM e i sindaci dell’area del cratere maceratese introdotti da Maurizio Verdenelli e Luciano Magnalbò. La serata riserva il primo dei tre incontri curati da Chiara Valerio, quello con Romana Petri e “le serenate del Ciclone”, mentre alle 21,15 al Teatro Lauro Rossi arriva l’attesissimo Erri De Luca per la sua lectio sui “limiti, soglie calpestabili, che ha ispirato il manifesto di questa edizione. La chiusura del sabato è affidata alla Compagnia Calabresi TeMa Riuniti per lo spettacolo L’incubo di Achab alle 22,30 agli Antichi Forni.

Il 7 maggio, giornata conclusiva della manifestazione, inizierà con l'aperitivo letterario delle 12:00alla Galleria degli Antichi Forni dove la scrittrice abruzzese Donatella di Pietrantonio presenterà L'Arminuta, un gradito ritorno, il suo, a Macerata con il nuovo romanzo che sta riscuotendo molto successo e che in molti avrebbero voluto candidato allo Strega. Paola Olmi e il suo nuovo romanzo apriranno alle 16 le presentazioni organizzate dagli editori presenti alla fiera dell'editoria mentre alle 17,30 al Teatro della Filarmonica andrà in scena lo spettacolo di teatro-canzone In teatro con i piedi per terra con Andrea Pierdicca e Enzo Monteverde, un viaggio tra le memorie e le canzoni di una civiltà rurale che si sta perdendo. Alle 18:00 Nadia Terranova, introdotta da Lucia Tancredi sarà ai Magazzini UTO per raccontarci Gli anni al contrario, suo romanzo di esordio con il quale scalato le classifiche. La settima edizione di Macera Racconta si concluderà al Teatro della Filarmonica, alle 21:15, insieme a Chiara Valerio e alla scrittrice Silvia Ballestra autrice di Vicini alla terra un toccante e commovente libro dedicato alla resilienza di uomini e animali le cui vite sono state improvvisamente devastate dal recente sisma. A dare vita ad alcuni dei racconti contenuti nel libro sarà la suggestiva interpretazione dell’attrice Francesca Rossi Brunori.

Info: info@macerataracconta.it , pagina facebook di Macerata Racconta, twitter @mcracconta. Il programma completo su www.macerataracconta.it e www.comune.macerata.it .

Categoria: