Massi e Della Ceca presentato la lista Tolentino Popolare. Tutti giovani per progettare il futuro

Sarà una campagna elettorale proiettata verso l'aggregazione e la progettazione del futuro della città nessuno ci sentirà mai attaccare qualcuno, non è nella nostra indole. Con questa premessa il capolista di Tolentino Popolare, Alessandro Massi, consigliere comunale uscente con delega alla cultura, ha presentato gli altri 14 componenti che parteciperanno alle elezioni comunali dell'11 giugno a sostegno del sindaco uscente Giuseppe Pezzanesi.
Alessandro Massi 2. Diego Aloisi 3. Andrea Crocenzi 4. Roberto Dignani 5. Alessia Fermani 6.Sergio Maccari 7. Paolo Maiolati 8. Giuseppe Mari 9. Fabio Montemarani 10. Luca Mosca 11.Vanessa Petetta 12. Leonardo Salvatori 13. Sonia Salvucci 14. Silvia Tatò 15. Marcella Valenza
Una lista di persone non legate a partiti politici o con precedenti esperienze, tolto il capolista Alessandro Massi, unico in lista ad aver ricoperto ad oggi ruoli amministrativi.
"Oltre che mirare al completamento dei progetti e delle opere messe in campo dal Sindaco e dalla maggioranza che lo sostiene," affermano nel comunicato stampa di presentazione "vogliamo puntare su alcuni punti programmatici per cui chiediamo fiducia ai cittadini e di cui ci faremo portavoce.
In particolare porremo attenzione sul rilancio del centro storico dal punto di vista commerciale, culturale e urbanistico, riteniamo a tal proposito fondamentale utilizzare al meglio il complesso ex scuola Filelfo ed in accordo con il provato per l’area ex Fioretti.
Porremo attenzione alla scuola, che vorremo vedere crescere nella nostra città non solo come polo formativo, ma anche come polo culturale, in unione ad associazioni e categorie. Punteremo sul rilancio del nostro distretto manifatturiero, riteniamo che progetti legati alla rete d’impresa tra i protagonisti del settore possano portare nuova professionalità e benefici occupazionali.
Sul tema del turismo, oltre che ad un consolidamento del turismo religioso, porremo l’attenzione su nuovi canali legati allo sport ed al benessere, in vista anche del rilancio delle terme e del recupero del lago delle Grazie.
Dal punto di vista culturale, lavoreremo ad un sempre più allargato rapporto con le associazioni, al consolidamento di progetti culturali come Popsophia e la Biennale ed ad una maggiore offerta per i giovani sia in termini di proposte che di spazi ( riutilizzo della ex Centrale sotto il Ponte del Diavolo).
Puntiamo, infine, ad una progressiva riduzione delle imposte comunali, in primo luogo Irpef, da valutare con maggiore attenzione alle fasce più deboli, poi Imu e Tari, per le quali in ogni caso pesano le scelte nazionali. Ciò non dovrà essere un ostacolo all’Amministrazione per una riduzione ponderata ed in base al bilancio comunale."

Categoria: