Tanti i visitatori che hanno ammirato i beni museali durante le festività pasquali

Macerata, musei aperti e bel tempo portano i turisti in città

Quasi 900 persone hanno visitato durante le festività pasquali i beni museali della città. Tanti turisti che sono venuti a Macerata da Modena, Bergamo, Treviso, Venezia, Livorno, Savona, Bologna, Ragusa. Ma anche dal nostro territorio: Loreto, Fermo, Fano, Porto Sant’Elpidio. Belle le sorprese internazionali, dall’Argentina e dalla Germania. Tanti sono stati i maceratesi che nei giorni delle festività hanno accompagnato amici e parenti dopo il pranzo in famiglia: con orgoglio hanno presentato i gioielli della città, i musei civici di Palazzo Buonaccorsi, con le sale dedicate all’arte antica e moderna, la splendida Sala dell’Eneide e il Museo della Carrozza, lo Sferisterio e Palazzo Ricci, da poco entrato nella rete di Macerata Musei.

“Siamo molto contenti di questo risultato. Dopo i mesi difficili del sisma, oggi sentiamo che il territorio è in ripresa. Vedere i musei con la gente, i turisti sotto l’orologio astronomico in attesa dell’uscita dei magi, le persone in fila ci convince che è tanto l’amore per la bellezza del nostro paesaggio,” afferma l’assessore alla cultura Stefania Monteverde. “Il numero di oggi è inferiore a quello degli anni passati ma ci incoraggia ad essere ottimisti per la stagione estiva. Siamo pronti con i festival e le mostre per rendere sempre più ricca l’offerta culturale”. Commenta un’insegnante di liceo di Ravenna in visita a Palazzo Buonaccorsi: “Splendido, un posto ideale anche per le gite delle scuole. Ci tornerò con i miei studenti”.

Categoria: