I provvedimenti approvati

Conclusi i lavori del Consiglio comunale

Con 26 voti a favore (maggioranza, Mosca e Mincio di Città viva, Messi e Cherubini del Movimento 5 stelle) 3 contrari (Sacchi, Pantana e Marchiori di Forza Italia) e un’astensione (Luciani di Idea Macerata Marche 2020) il Consiglio comunale ha approvato la delibera per l’adozione provvisoria della variante parziale al Prg per la riduzione di aree edificabili nel PP1 a Villa Potenza e per la rimodulazione del PL11 e Idec07 aCorneto.

Respinta invece dal Consiglio, con 16 voti contrari (maggioranza e minoranza), 2 favorevoli (Messi e Cherubini del Movimento 5 stelle) e 3 astensioni (Mandrelli del Pd, Miliozzi di Pensare Macerata e Menghi del Comitato Anna Menghi) la mozione sul pagamento delle imposte comunali sulle proprietà immobiliari non destinate al culto.

Stessa sorte per la mozione inizialmente presentata dal consigliere Cherubini, poi dallo stesso ritirata ma fatta propria dall’esponente di Forza Iatalia, Deborah Pantana, sull’abolizione del Consiglio delle donne che è stata bocciata con 19 voti contrari (maggioranza e minoranza) e un’astensione (Pantanetti della Città di tutti).

Unanimità di consensi invece per l’ordine del giorno presentato dalla consigliera Anna Menghi e altri esponenti sia della minoranza che della maggioranza, sull’assistenza ai disabili gravi con cui si invita la giunta regionale a provvedere a reintegrare il fondo a loro favore.

Con 19 voti a favore (maggioranza e minoranza) e 2 astensioni, l’assemblea cittadina ha approvato l’ordine del giorno presentato dal consigliere Marchiori di Forza Italia sul monitoraggio delle acque di balneazione con cui si invita l’Amministrazione comunale e sollecitare gli enti e le autorità competenti affinché vengano attuate tutte le misure opportune e necessarie per garantire un alto livello di sicurezza della balneazione.

Si del Consiglio comunale anche all’ordine del giorno, emendato, sui permessi baby per la sosta presentato dal consigliere Miliozzi di Pensare Macerata. Con l’atto si invita l’Amministrazione a farsi parte attiva nei confronti dell’Apm per promuovere una percentuale significativa di parcheggi riservati ai possessori del permesso baby in ogni zona della città, per la diffusione di questa buona prassi anche presso i gestori privati di parcheggi e stalli in città e di valutare con l’Azienda Pluriservi macerata la possibilità di ripristinare la validità del permesso in questione anche nelle zone a tariffa superiore a 70 centesimi con una durata di sosta di 30 minuti.

Infine voti unanimi del consesso cittadino per l’ordine giorno, emendato, sul gioco d’azzardo e la ludopatia presentato dalla consigliera Contigiani del Pd. (lb)

Categoria: